placci

Markus Placci

Giovane violinista che si sta rapidamente affermando a livello internazionale, vincitore del “XXVI Premio Biennale Città di Vittorio Veneto” con giuria presieduta dal Maestro Bruno Giuranna, Placci e’ stato “Miglior Diplomato d’Italia”, vincitore della Prima Edizione del Festival delle Arti e artista Nuove Carriere CIDIM.
All’estero ha vinto premi in Germania -“Brahms Preis”, “Premio della Fondazione della Baden-Baden Philarmonie” e “Carl Flesch Preis”- e negli Stati Uniti –“Washington International Competition” e “Jules C. Reiner Violin Prize” (a Tanglewood, sede estiva della Boston Symphony, dove e’ anche stato spalla dell’orchestra TMC.
Sin dal suo debutto con l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna all’età’ di soli 13 anni, Placci si e’ esibito come solista e in recitals in Europa e negli Stati Uniti, in rinomate sale quali la Grande Sala della Filarmonica ed il Sheremetyev Palace a San Pietroburgo, la Kursaal di Baden-Baden, Il Teatro Monumental di Madrid, l’Auditorium Pollini a Padova, il Teatro Comunale e la Sala Mozart di Bologna, il Kennedy Center di Washington, la Seully Hall di Boston, la Ozawa Hall a Tanglewood e il Richardson Auditorium a Princeton.
Nel settembre 2005, in diretta radiofonica e televisiva dal Teatro Monumental di Madrid, Placci ha dato la prima esecuzione mondiale del Concerto per Violino e Orchestra del compositore catalano Jordi Cervello’, in collaborazione con il Maestro U. Mund e la RTVE (l’Orchestra della Radio-Televisione Spagnola).
Placci e’ ospite di alcune tra le più prestigiose stagioni concertistiche italiane quali Asolo Musica (Asolo), Amici della Musica di Padova e Orchestra di Padova e del Veneto (Padova), Società del Quartetto di Vicenza, Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, Emilia-Romagna Festival, Kaleidos Musica, Accademia Filarmonica Mozart, Radio3 Suite, Circolo Culturale Bellunese ecc…
Negli ultimi anni si e’ esibito con l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, suonando il Concerto per Violino e Orchestra “Puppets” del Maestro A. Trovajoli, alla presenza del Maestro in occasione del Gala a Lui dedicato, ha debuttato con I Filarmonici del Teatro Comunale di Bologna, ha suonato in Romania al Gala d’entrata nell’Unione Europea del Gennaio 2007 ed ha inaugurato la Stagione 2006-2007 della Baden-Baden Philarmonie con il Concerto Op. 77 di J.Brahms, esecuzione che ha portato la Brahms Society a concedergli l’onore di trascorrere un mese nella casa giovanile di Brahms.
Oltre al debutto con l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali sotto la direzione del Maestro H. Schellenberger a Milano, gli impegni futuri includono concerti da solista e recitals in Francia (Cervello’ Concerto al Festival du Perpignan con il Maestro D. Tosi), Spania (Barcelona Symphony Orchestra con il Maestro A. Ros-Marba), Germania, Stati Uniti, Romania, Italia (tra cui Musica Insieme MICO e Accademia Filarmonica Mozart).
Diplomato con Lode e Menzione Speciale d’Onore al Conservatorio di Bologna (“Premio Plata” quale miglior allievo 1993), Placci ha studiato inizialmente con W. Bignami e G. Armuzzi, poi con Z. Bron in Germania, e, a 18 anni, si e’ trasferito a Boston per seguire gli insegnamenti di Z Gilels, con Borsa di Studio. Al Boston Conservatory gli e’ infatti stata assegnata la “Michael A. Alaura Scholarship”, e, con il supporto congiunto di L. Stoltzman, I. Muresanu e L. Chang, si e’ laureato sia nel “Graduate Performance Diploma”, che nel prestigioso “Artist Diploma”. Dal settembre 2007 e’ stato invitato a tornare in qualita’ di insegnante.
Attualmente affronta la carriera musicale affidandosi ai consigli umani e musicali di Mela Tenenbaum a New York.
Dal 2007 la sua attività artistica beneficia del sostegno dall’”Associazione Ambrosia” di Milano.
Negli anni, Placci ha anche seguito le masterclass di artisti quali P. Frank, R. Kussmaul, E. Ax, E. Tchugaeva, M. Quarta, L. Ciulei, I. Kaler e C. Tetzlaff.
Ha collaborato in formazioni cameristiche con I Maestri L.Bartelloni, A.Ballista, M.Carbonara e R.Bajdechi, e suona un violino J.B. Vuillaume del 1871, copia dello Stradivari “Alard”.