Presentation

presentationMichelangelo Carbonara appartiene ad una nuova generazione di artisti che ha come principale caratteristica quella di essere esperta di musica a 360 gradi e capace di affrontare più generi musicali (classico innanzitutto, e poi jazz, rock, pop ed elettronica) e in più ruoli, dall’interpretazione esecutiva alla composizione all’arrangiamento, fino a campi che superano il genere propriamente classico come il canto pop o l’uso di software informatici per la registrazione e per l’elaborazione elettronica dei timbri.
Michelangelo ha da sempre vissuto questa doppia vita passando alternativamente dalle sale da concerto più prestigiose come pianista classico ad ambienti diversi (band rock e pop) contribuendo in ogni campo con le sue capacità e la sua vena creativa e interpretativa.
Oltre alla sua passione per Franz Schubert e Carl Maria von Weber, di cui suona l’integrale pianistica insieme a quella di Maurice Ravel, è un esperto conoscitore dei Queen di cui ha cantato moltissimi brani in più occasioni, da solo o all’interno di band.
Artisti come lui possono portare ad una nuova fruizione della musica che possa abbattere i generi e avvicinare più giovani alla musica classica, così come far godere della musica pop restituendole dignità in un contesto di concerto.
Carbonara sta intraprendendo in maniera sempre più marcata un percorso che lo porta ad esibirsi in spettacoli in cui oltre a suonare possa intrattenere il pubblico dialogando con esso e ponendo riflessioni, possa improvvisare, mescolare repertori e fare esperimenti senza mai per questo far calare la qualità dell’esibizione.

Michelangelo Carbonara belongs to a new generation of artists who have a special peculiarity: to be expert in many fields of music and capable to perform many musical genres in a professional way (classical first of all, and then jazz, rock, pop and electronics) in different roles, from pianistic interpretation to composition, plus pop singing and utilisation of recording software, electric equipment, as well as synthetizer and postproduction machines.

Michelangelo has always experienced this multiple lifestyle playing in famous concert halls as a concert pianist, but performing also in rock bands, arranging, working as recording director and coordinator.
His favourite composers are Franz Schubert and Carl Maria von Weber, whose he plays the complete works for solo piano; then he recorded the complete piano works by Maurice Ravel.
His favourite band is Queen, a repertory he knows very well and that he’s able to master as a singer.
This kind of artist can lead to a new fruition of music that will knock down the barriers among the genres and will permit the young people to approach more easily classical music, and at the same time to give dignity to pop music in a concert context.
Carbonara has started to give special concerts in which, apart from playing the piano, he has a dialog with the public, improvises, mixes different repertories and makes experiments without a loss of distinctive quality.